Che cosa è la Mentoplastica?

Il mento può essere modificato aumentandolo o riducendolo, in base alle necessità. La riduzione comporta un intervento diretto sull’osso mandibolare, che viene ridotto nella proiezione anteriore e inferiore del processo mentoniero. L’aumento invece, si esegue impiantando una protesi di silicone solido sul davanti della sinfisi mentoniera. L’intervento avviene tramite il solco gengivale inferiore, il che evita cicatrici esterne visibili. L’intervento viene eseguito da solo, ma spesso può essere attuato in associazione alla rinoplastica ( profiloplastica).

L’intervento si divide in Mentoplastica Additiva e Mentoplastica Riduttiva


mentoplastica

Come avviene l’intervento?

Per quanto riguarda la Mentoplastica Additiva si inserisce una protesi altamente biocompatibile e ad elevata plasticità, conformata in base al profilo del paziente. La protesi viene inserita mediante una piccola incisione sulla mucosa interna del labbro inferiore e, una volta posizionata, viene immobilizzata attraverso una medicazione compressiva.

Per quanto riguarda invece la Mentoplastica Riduttiva, si pratica un’incisione sulla mucosa interna del labbro inferiore, viene esposto l’osso del mento e infine ne vengono diminuite le dimensioni.

Dopo l’intervento

A conclusione dell’operazione che vedrà i suoi risultati finali in circa 15 giorni, sulla zona trattata sarà applicata una medicazione contenitiva che deve essere mantenuta per circa una settimana.