Laser Genesis per un Ringiovanimento di Viso, Collo e Dècolletè

Laser Genesis

Per un ringiovanimento di Viso, Collo e Dècolletè

Cosa è il Laser Genesis?

Il Laser Genesis è un nuovo trattamento, tecnologicamente avanzato che aiuta ad ottenere una pelle più luminosa e giovanile negli uomini e nelle donne.

Il laser Genesis ™, prodotto dall’azienda Cutera, è una tipologia di laser non abrasivo che agisce eliminando gli strati cutanei superficiali che in genere risultano induriti.

Quali parti del corpo trattiamo con il Laser Genesis?

Le parti trattate sono viso, collo e decoltè, per un ringiovanimento completo. Il trattamento si può applicare anche per rimuovere le cicatrici su altre parti del corpo.

Il prodotto, privo di effetti collaterali viene utilizzato per migliorare vari inestetismi quali rughe sottili, linee d’espressione, rossore cutaneo, cicatrici e pori dilatati.

Questo Laser è adatto per la pratica del Ringiovanimento del volto, viso, collo e Dècolletè.

Il Laser Genesis agisce anche contro la Rosacea

La rosacea è una malattia infiammatoria della pelle che colpisce la cute del viso. Esteticamente si presenta come un rossore costante e diffuso, con un lieve gonfiore delle aree interessate. Spesso è accompagnata anche da formazione di pustolesecchezza della cute, ispessimento della pelle, prurito e bruciore e infiammazione delle palpebre. Nonostante non esista una cura per questa malattia, gran parte di questi sintomi possano essere tenuti sotto controllo con specifiche creme. Oltre alle problematiche estetiche, la rosacea comporta dei limiti funzionali poichè vieta l’esposizione solare, l’assunzione di cibi piccanti o speziati e l’assunzione di alcol e caffeina.

Trattamento

Il trattamento con Genesis è sicuro e non invasivo, non necessita né dell’applicazione di un anestetico, né del gel conduttore. Nonostante ciò, prima di iniziare la terapia, è necessaria la visita di controllo con uno specialista. Una volta valutato lo stato di salute del paziente si potrà procedere con il trattamento. Il paziente non proverà alcun dolore o fastidio, anzi, la lieve percezione di calore risulterà piacevole e rilassante. Terminata la seduta si potrà immediatamente tornare alle proprie attività quotidiane, facendo attenzione ad applicare sempre della crema solare protettiva.

Questo laser stimola il derma a produrre elastina e collagene per mezzo del calore e dei microtraumi inferti sulla superficie cutanea dell’area in questione.

Cosa si sente durante il trattamento?

I pazienti descrivono il trattamento distensivo e riposante, e un calore gradevole può essere sentito sulla superficie della pelle trattata. Al termine del trattamento, potete subito tornare alle vostre attività quotidiane. Si raccomanda di fare uso di preparati locali per la protezione solare.

Fig.2

 

Sitografia immagini:

Immagini:

Fig.1://www.zest.ie/knowledge/rosacea-information-and-treatment-options/

Fig.2: https://youtu.be/cGFdAsR-tfI

Profhilo: il Biorimodellamento naturale

Unknown

IBSA, multinazionale farmaceutica fondata in Svizzera nel 1945, è tra i leader mondiali nella produzione e commercializzazione di prodotti a base di acido ialuronico.

Nel Febbraio 2015, lancia in Italia Profhilo, un medicinale per il Biorimodellamento cutaneo a base di acido ialuronico che, per le sue qualità innovative, ottiene due riconoscimenti a livello internazionale.

Read more…

Juvéderm Volite: l’ultima generazione di biorevitalizzante Allergan

Juvederm-Volite-Banner-Image
Juvéderm Volite è il primo trattamento iniettabile con acido ialuronico cross-linkato a tecnologia VYCROSS, studiato nei laboratori Allergan per migliorare i tre parametri di qualità della pelle: compattezza, elasticità ed idratazione.
Il concetto di biorevitalizzaazione consiste in un trattamento anti aging che utilizza prodotti biocompatibili e riassorbibili per riattivare la condizione fisiologica della pelle.
I prodotti bioristrutturanti riattivano il metabolismo ed il turnover cellulare stimolando la produzione di nuovo collagene con un miglioramento di elasticità, morbidezza ed idratazione. Nello stesso tempo i prodotti biorevitalizzanti hanno un effetto anti ossidante  proteggendo la pelle dai radicali liberi.
L’azione idratante dei trattamenti biorevitalizzanti favorisce il richiamo di acqua nei tessuti, invece l’azione ristrutturante stimola la produzione di collagene, elastina ed acido ialuronico.
Juvéderm Volite si inserisce come un prodotto del primo ordine nel protocollo di utilizzo degli attuali skin booster, essendo stato progettato per ottenere risultati visibili fino a 9 mesi con un’unica sessione di trattamento. Juvéderm Volite utilizza la tecnologia di VYCROSS, una miscela brevettata di acido ialuronico ad alto e basso peso molecolare combinata mediante un processo di cross-linking, il gel resiste più a lungo all’azione dei radicali liberi ed alla ialuronidasi endogena consentendo una permanenza maggiore nel derma.
Juvéderm Volite ha una concentrazione di acido ialuronico pari a 12 mg/ml e garantisce un grado elevato di malleabilità, spandibilità ed integrazione tissutale. Tale prodotto conserva, dal punto di vista pratico, una elevata praticità di uso in quanto la forza di estrusione è molto bassa e l’ago, molto sottile (32 G  1/2’’), riducendo il rischio di edema ed ecchimosi.
I test di laboratorio dimostrano e confermano che Juvéderm Volite aumenta significativamente la quantità dei marker dell’elasticità (fibrillina e collagene) ed idratazione   (acquaporina  3 e glicosamminoglicani) della pelle.
Juvéderm Volite si inserisce con successo nella categoria dei prodotti che migliorano la qualità della pelle in termini di compattezza, elasticità, luminosità e turgore. Il miglioramento della qualità della pelle è percepito come indice di salute e benessere sia interiore che esteriore, con la diminuzione delle rughe sottili contrastando e prevenendo l’invecchiamento cutaneo.
Fonte: usi.it

Orecchie a sventola? Con una graffetta risolvi il problema!

SI CHIAMA «EARFOLD» ED È UNA NUOVA TECNICA CHE IN MEZZ’ORA CORREGGE IL DIFETTO. MA NON È INDICATA SE IL PADIGLIONE AURICOLARE È MOLTO GRANDE

earfolder

C’è chi le sfoggia con disinvoltura e simpatia, facendone un tratto caratteristico e di personalità. Ma sono probabilmente più numerosi coloro per i quali le orecchie a sventola sono un cruccio, se non addirittura un complesso. Pensiamo soprattutto a bambini e adolescenti vittime di sfottò da parte dei coetanei, al dispiacere delle loro mamme, ma anche agli adulti che si ingegnano con capelli (quando ci sono) e acconciature a celarle il più possibile. L’unica alternativa fino a ieri era la correzione del padiglione auricolare con un intervento chirurgico. Ma da alcuni mesi è disponibile anche in Italia un nuovo dispositivo, una sorta di graff etta che permette di risolvere il problema senza bisturi e per sempre.

IL NUOVO METODO

«È una tecnica rivoluzionaria e senza particolari controindicazioni, se effettuata da un esperto », spiega Pierfrancesco Cirillo, specialista in chirurgia plastica e membro dell’Aicpe, l’Associazione italiana di Chirurgia plastica estetica ( www.aicpe.org). Il dispositivo, messo a punto in 15 anni di studi da Norbert Kang, chirurgo plastico del Royal Free Hospital di Londra, si chiama EarFold ed è stato studiato per la correzione di una o entrambe le “orecchie ad ansa” (come si chiamano tecnicamente le orecchie comunemente definite a sventola).

L’IMPIANTO DURA 15-30 MINUTI

«Si tratta di una clip in una lega di nichel e titanio», continua il dottor Cirillo, «rivestita in oro biocompatibile a 24 carati, che viene introdotta sotto la pelle dell’orecchio e che si può applicare sia agli adulti sia ai bambini a partire dai 7 anni d’età». Molti i vantaggi rispetto all’otoplastica tradizionale. «Oltre ad avere risultati prevedibili e immediati, l’intervento è ambulatoriale e richiede da 15 a 30 minuti a seconda del numero degli impianti necessari, da uno a tre per orecchio. Può essere praticato in anestesia locale (nei bambini può servire una leggera sedazione): con un piccolo taglio si inserisce la clip, la si modella e si applicano pochi punti di sutura». Gli interventi tradizionali fino a ora utilizzati per correggere le orecchie

ad ansa durano circa 1-2 ore, per uno o due giorni causano dolore e bisogna indossare un turbante per quattro o cinque. L’applicazione della clip non richiede convalescenza; è sufficiente un po’ di attenzione nella vita quotidiana, come evitare sport da contatto (per esempio boxe o judo) per circa un mese.

SI PUÒ FARE UNA PROVA

Un altro vantaggio è che, grazie a un particolare dispositivo chiamato Prefold (una sorta di clip di prova), il paziente può vedere il risultato prima e decidere se e come modificare la forma delle orecchie. Infine, il dispositivo è concepito per durare a vita, ma può essere rimosso in qualsiasi momento. «Il padiglione auricolare ritorna nella posizione originaria. Fanno eccezione i bambini, le cui orecchie sono in fase di sviluppo e quindi più plastiche e “modellabili”: gli studi hanno constatato che dopo un paio d’anni la correzione diventa definitiva, e quindi la clip può non essere più nemmeno necessaria».

NON È PER TUTTI

«L’applicazione della graffetta è un metodo adatto a molti pazienti, ma non sostituisce sempre la chirurgia, che resta l’unica soluzione in caso di ipertrofia di conca o altre malformazioni. La clip è un opzione che tratta esclusivamente la piega dell’antelice ed è quindi indicata per quelle orecchie a cui manca o è scarsa: circa il 40 per cento di tutti i casi di orecchie a sventola». I costi per l’intervento oscillano tra i2 e i 4 mila euro. Si possono trovare informazioni sul sito earfold. com. A breve sarà disponibile anche orecchieprominenti.com che permetterà di individuare tutti gli specialisti italiani che lo effettuano.

Fonte: PressReader.com

Il trapianto di grasso sta rivoluzionando la chirurgia estetica

1465790446_cosce.jpg_1064807657

Fino a 15 anni fa si scartava, oggi è tanto prezioso da essere conservato in banca. È il grasso aspirato dai chirurghi plastici durante la liposuzione e utilizzato per il lipofilling, ossia l’impianto di tessuto adiposo nello stesso paziente per ridare volume al viso o al corpo o, grazie alle cellule staminali in esso contenute, per rigenerare i tessuti. Read more…

Riguardo la mastoplastica additiva

12417732_964847880264604_9208636946602147028_n

OBIETTIVO

La mastoplastica additiva ha come obbiettivo l’aumento della dimensione del seno, la correzione della forma o di una asimmetria mammaria migliorando cosi’ l’armonia del corpo e il proprio senso di autostima. È un intervento semplice, con risultati immediati e duraturi, che lascia cicatrici minime e ben nascoste.Oggi rappresenta uno degli interventi più richiesti in chirurgia estetica.

Read more…

Riguardo la Blefaroplastica

La blefaroplastica è una procedura chirurgica che ha lo scopo di migliorare l’aspetto estetico e/o funzionale della zona palpebrale rimuovendo o rimodellando la pelle, il tessuto muscolare, il grasso in eccesso dalle palpebre stesse.

Read more…